Eraclea ed i suoi 12.300 abitanti rimarranno privi del servizio di igiene pubblica

Eraclea ed i suoi 12.300 abitanti rimarranno privi del servizio di igiene pubblicaEraclea ed i suoi 12.300 abitanti rimarranno privi del servizio di igiene pubblica, ad enunciare il fatto è l’ex sindaco Giorgio Talon, ora all’opposizione dell’attuale amministrazione guidata da Mirco Mestre. Queste la sua denuncia: «Ho appreso con stupore la notizia della chiusura dal 1° ottobre del servizio di igiene pubblica del distretto di Eraclea. Il tutto è avvenuto nel più assoluto silenzio e indifferenza da parte di questa amministrazione, che non ha fatto assolutamente nulla perché il servizio rimanga in loco. Avevamo posto un’interrogazione il 2 febbraio chiedendo se fosse vero che le vaccinazioni pediatriche, per i nuovi nati, fossero state trasferite a San Donà, non ricevendo risposta. Il 28 giugno abbiamo ricordato al sindaco che ci doveva ancora rispondere. Si è giustificato che non aveva notizie da parte dell’ Usl. Abbiamo fatto un accesso agli atti per verificare la corrispondenza tra i due enti e il 20 luglio ci viene comunicato che non c’è stata nessuna corrispondenza, ma solo una richiesta verbale: da febbraio l’Usl non ha mai risposto al sindaco se non ora, chiudendo il servizio. Da ottobre bambini e adulti del territorio comunale di Eraclea dovranno andare a vaccinarsi negli ospedali di San Donà e Jesolo. (g.ca.)

Banner-scuola-calcio

Eraclea ed i suoi 12.300 abitanti rimarranno privi del servizio di igiene pubblica ultima modifica: 2017-09-05T20:24:44+00:00 da E.O.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *