Eraclea, ecco i principali fatti di cronaca di gennaio

Eraclea, ecco i principali fatti di cronaca di gennaio 2016 ad iniziare dall’ordinanza contro le ludopatie emessa dal sindaco ad ottobre che diventa operativa a gennaio. I primi due mesi sono serviti solo a sensibilizzare i gestori dei locali del comune di Eraclea che ospitano le macchinette da gioco, a partire da gennaio chi non rispetterà gli orari di gioco dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22 sarà passibile di una sanzione pecuniaria dai 36 euro in su, fino a 500 euro. Nel frattempo gli ex dipendenti della cooperativa Solaris di Carpi, che aveva in gestione il coordinamento dei migranti a Eraclea Mare al residence Mimose, hanno volontariamente iniziato le operazioni di pulizia della struttura, lasciata davvero in condizioni di sporcizia e degrado dopo che i migranti sono stati trasferiti alla base di Cona. Il Comune ha messo a disposizione i mezzi di Alisea per il recupero e la raccolta dell’immondizia. Sedici gennaio, il Patriarca, Francesco Moraglia è ad Eraclea per l’apertura della Porta Santa nell’Anno Santo della Misericordia.Eraclea, ecco i principali fatti di cronaca del mese di gennaio La chiesa di Santa Maria Concetta di Eraclea è una delle tre scelte dal Patriarca, dopo Venezia e Borbiago di Mira, dunque un privilegio per i cittadini di Eraclea che hanno partecipato numerosi all’evento. Eraclea è stata sede vescovile, ha una grande storia legata a Venezia e alla sua nascita e ospita le reliquie di San Magno. Se i parrocchiani sono in festa per l’apertura della Porta Santa il comandante della Polizia locale è invece rattristato dopo aver ricevuto il provvedimento di sospensione dal lavoro stabilito dalla commissione di disciplina che ha visto al lavoro Comune e Città metropolitana. La motivazione sostanziale sarebbe stata la mancata esecuzione di un ordine da parte dell’amministrazione sull’adozione della vigilanza estiva notturna ad Eraclea. Nel periodo di sospensione il comandante non percepirà lo stipendio. Il sindacato ha subito preso le sue difese: «ci sono molti punti oscuri che dovranno essere chiariti in sede giudiziaria, e il sindacato, a tutela dei lavoratori, sarà sempre presente». Nell’anno delle elezioni amministrative non mancano le scintille fra maggioranza ed opposizione. A fine gennaio la Lega Nord, che è all’opposizione, accusa il sindaco e la giunta di aver promesso e non mantenuto annullando la delibera che dava corso al progetto esecutivo della pista ciclabile di Ponte Crepaldo. Replica il sindaco Talon: «Sono accuse strumentali, la pista sarà realizzata come promesso. La nuova delibera annulla la precedente, ma questo non significa che i lavori non saranno effettuati». Quindi rilancia con due nuovi progetti che riguardano Eraclea Mare: «le due aree interessate, a seguito degli interventi proposti, sono destinate a diventare la porta d’ingresso della località balneare». All’alba di lunedì 29 gennaio i carabinieri della stazione di Eraclea rinvengono e sequestrano un arsenale da guerra in casa di un pensionato del luogo composto da: un fucile del primo novecento, due serbatoi, 15 baionette e una daga, oltre 120 bombe di fabbricazione austriaca, tedesca e statunitense, a mano inerti di vario tipo risalenti al periodo delle due guerre mondiali e circa 2400 munizioni da guerra di vario calibro ancora funzionanti. Oltre al sequestro per il detentore dell’arsenale è scattata anche la denuncia ed il deferimento all’autorità giudiziaria. Concludiamo con una allegra notizia, il 31 gennaio 2016 la signora Bianca Baldo ha compiuto 104 anni. Nata a Grisolera, oggi Eraclea, in via Largon, il 31 gennaio 1912, per il suo 104° compleanno ha ricevuto anche la benedizione di Papa Francesco. Auguri Bianca!

Eraclea, ecco i principali fatti di cronaca di gennaio ultima modifica: 2016-02-08T23:05:38+00:00 da E.O.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *