Atteso oggi il nulla osta per il funerale di Sara Guernier

All’inizio della prossima settimana l’ultimo saluto a Sara. Dovrebbe arrivare oggi il nulla osta da parte del magistrato, che permetterà alla famiglia di Sara Guernier di fissare i funerali. Indicativamente la cerimonia funebre dovrebbe tenersi all’inizio della settimana, comunque non più tardi di mercoledì. Per quanto riguarda la sede, considerata la forte affluenza prevista, famiglia e impresa funebre Baldo hanno concordato di fare eseguire le esequie presso lo stadio comunale. Gli amici di Sara hanno inoltrato un invito anche a Samuel il cantante dei Subsonica, gruppo musicale di rock elettronico che piaceva molto alla giovane ragazza. La 29enne è deceduta nella tarda serata di lunedì, in località Tombolino, lungo la strada arginale. La moto, guidata dal fidanzato T.M. di 26 anni (indagato per il reato di omicidio stradale, aggravato da ebbrezza alcolica), è sbandata, per finire contro il guard-rail; per la giovane non c’è stato nulla da fare è deceduta a causa di un grave trauma cranico. Sara era molto conosciuta nel territorio. Aveva lavorato alla pizzeria Capri e da qualche mese era alle dipendenze della caffetteria Dersut, entrambi di Jesolo. Ecco uno dei tanti messaggi lasciati su Facebook: «La vostra amica era davvero speciale! Ogni estate si andava a mangiare la pizza e la mia piccolina voleva solo la Saretta per le ordinazioni. La ricorderemo sempre ed ogni schiumetta che prenderà la mia Carlotta, la ricorderà perché è stata proprio lei ad insegnarle di prenderla quando i grandi bevono il caffè. Ciao Sara». Gli amici hanno lanciato su Facebook una raccolta fondi: «Abbiamo voluto creare una raccolta fondi per aiutare la famiglia di Sara a sostenere le spese del funerale. Un piccolo modo per far sentire la propria vicinanza ai suoi cari. Ringraziamo tutti coloro che vorranno contribuire».

Scritto da Fabrizio Cibin per il quotidiano “Il Gazzettino

Atteso oggi il nulla osta per il funerale di Sara Guernier ultima modifica: 2019-10-12T17:14:39+02:00 da E.O.L.

▶ Commenta questa notizia nella nostra pagina Facebook